Cosa vedere a Capri

14/12/2012
Capri
221
Views

Cosa vedere a Capri: tour della magnifica isola azzurra

Se è conosciuta anche come “isola azzurra” un motivo ci sarà. Parliamo della meravigliosa ed incantevole Capri. L’isola di Capri è, infatti, un lembo di terra dove ogni cosa sembra riflettere una luce eterea e celestiale, quasi come a volerne sottolineare le caratteristiche che fanno di essa un piccolo angolo di paradiso regalato alla terra.

A differenza delle sue sorelle , Ischia e Procida, Capri,  un’isola di origine carsica: inizialmente era unita alla penisola sorrentina ma, dopo essere stata sommersa, in parte, dal mare , si separa dalla terraferma diventando la bellissima baia che tutti conosciamo oggi.

Capri: una panoramica sull’isola

Quest’isola, adagiata tra le tinte blu del cielo e quelle del Golfo di Napoli, è infatti la più chic tra quelle partenopee e gode di una fama tale da attrarre turisti da ogni parte del mondo e in qualsiasi periodo dell’anno. L’attività del settore terziario qui trova funzione nei numerosi bar della costa, nelle storiche caffetterie, negli eleganti ristoranti vista mare e nei diversi localini dove i giovani si raggruppano e, davanti ad un buon cocktail, accendono le notti d’estate. L’ isola , dunque sede di mondanità e glamour e molti sono i vip e i volti noti del piccolo o grande schermo , oltre ai numerosi musicisti, registi o scrittori giunti qui alla ricerca dell’ispirazione che scelgono di passare sull’isola le proprie vacanze.

Il Riccio Caprese

riccio caprese - ricciocaprese.it

L’artigianato campano , famoso ed un esempio di eccellenza , a tal proposito il profumatore di ambiente RiccioCaprese, divenuto quasi un simbolo indiscusso di Capri.

Riccio Caprese è un’azienda napoletana che produce oggetti di design, ceramiche, profumi e fragranze liberamente ispirati alla bellezza e all’energia dell’isola azzurra, dalla quale prendono anche il nome.

La maternità del progetto viene attribuita alla designer Imma Sarnacchiaro che, rapita dal fascino di Capri, sceglie di avviare assieme a suo marito Fabio Majello, una produzione di oggetti che possano rievocarne l’energia e il candore.

Nasce così un marchio destinato a diventare un simbolo di grande valore per l’isola azzurra.

Cosa vedere a Capri: le attrazioni

Parte dell’incredibile bellezza di Capri risiede anche nelle tante grotte nascoste sotto le scogliere che, in epoca romana, venivano utilizzate come ninfei delle sfarzose ville che vennero costruite qui durante l’Impero.

La più famosa tra queste , la Grotta Azzurra, la quale , assieme ai celebri Faraglioni , simbolo o emblema dell’isola, oltre che una delle attrattive più rilevanti del turismo locale. Molte altre, tuttavia, sono le cose da scoprire ed ammirare durante un soggiorno sull’isola, dalle spiagge alle opere architettoniche.

In questa breve lista vi segnaliamo quelle che, a nostro avviso, bisogna necessariamente vedere per conoscere tutto quello che questa magica isola ha da offrire.

La Grotta Azzurra

La Grotta Azzurra (vedi la posizione sulla mappa, come anticipato, è una delle maggiori attrazioni di Capri. Attraversandola si può assistere ad un fenomeno magnifico: l’azzurro del mare si riflette sulle pareti rupestri, mettendo in piedi uno scenario naturale meraviglioso.

I Faraglioni

I Faraglioni (vedi la posizione sulla mappasono un altro simbolo antico di Capri, tanto che di essi esistono tantissime rappresentazioni artistiche, spesso anche molto note. Per scattare una foto a questi bellissimi monumenti naturali vi consigliamo di raggiungere i Giardini di Augusto, che consento una vista speciali sui due massi tufacei posti nel mare.

La piazzetta

La cosiddetta “piazzetta” (vedi la posizione sulla mappail centro di raduno principale dell’isola: qui la vita caprese diventa ordinaria, accogliendo comunque quotidianamente un flusso sempre maggiore di turisti stranieri, che si riuniscono per consumare un drink o mangiare un gelato.

Marina Piccola

La Spiaggia di Marina Piccola (vedi la posizione sulla mappa) è sicuramente tra le più belle dell’isola e anche quella dove i turisti preferiscono radunarsi. Le acque qui sono trasparenti e bellissime, tanto da lasciare senza fiato.

Villa Malaparte

Capri è anche patria di antiche residenze nobiliari e di costruzioni molto interessanti dal punto di vista architettonico. Villa Malaparte (vedi la posizione sulla mappaè sicuramente tra queste. Ad Anacapri (vedi la posizione sulla mappaconsigliamo di raggiungere anche la bellissima Villa San Michele (vedi la posizione sulla mappa.

I Giardini di Augusto

I Giardini di Augusto (vedi la posizione sulla mappa) sono una tappa imperdibile di Capri. Al di là del nome, che sembra evocare quello della possibile presenza di rovine archeologiche dell’epoca imperiale dell’antica Roma, si tratta di un sito che fu realizzato grazie ad uno degli ospiti più facoltosi che Capri abbia mai avuto: Friedrich Alfred Krupp. Costui era erede di una dinastia dedita alla fabbricazione dell’acciaio, che si era arricchito grazie alla realizzazione di armamenti con cui la Germania cercò di vincere la prima guerra mondiale del 1915-18. Nel 1918 pensava di stabilirsi a Capri, in una villa da costruire ex-novo, ma fortunatamente cominciò realizzando due opere: un percorso, più agevole per arrivare all’alto dell’hotel Quisisiana dal basso dell’attracco del suo yacht a Marina Piccola (la celebre via Krupp), e questi giardini terrazzati, con tutte le piante delle specie botaniche costituenti la flora dell’isola, da cui si poteva godere della vista panoramica a 180 gradi dell’isola di Capri, con scorci su monte Solaro, sulla baia di Marina Piccola e sui celebri faraglioni.

Dopo la prima guerra mondiale furono ribattezzati appunto Giardini d’Augusto dall’amministrazione locale, in onore del primo imperatore romano. Oltre alla flora sono anche presenti anche diverse sculture in stile neoclassico fra cui anche un monumento in onore di Lenin, ospite dell’isola nel 1908, realizzato nel 1968 dallo scultore Giacomo Manzù.

Article Tags:
· ·
Article Categories:
Campania · Capri · Italia

Lascia un commento