Matera

12/15/2020
Matera
44
Views

Matera: ecco cosa vedere in un weekend

Avete deciso di trascorrere un weekend a Matera (vedi la posizione sulla mappa)? In questa pratica guida vi indicheremo i luoghi e i punti di interesse più amati della città.

Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, è un vero e proprio museo a cielo aperto in cui poter ammirare strade, abitazioni e grotte testimoni di un’epoca remota che resiste ancora. Viaggiare a Matera vuol dire perdersi in un ambiente a dir poco fiabesco in cui il tempo sembra essersi fermato: vicoletti tortuosi, stradine bianche, cunicoli sotterranei, chiese rupestri, zone cavernose, aree naturali con diverse specie floristiche e faunistiche e paesaggi mozzafiato. Sebbene sia famosa per i “Sassi”, la città offre anche musei (il noto MUSMA), festival, percorsi multimediali e l’ottima enogastronomia lucana.

Cose da vedere e da fare assolutamnete

Sasso Caveoso e Sasso Barisano

I “Sassi”, Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1993, si dividono in due quartieri: il Sasso Barisano, il rione più grande, le cui case oggi ospitano prevalentemente negozi, ristoranti e alberghi, e il Sasso Caveoso, il quartiere più antico che conserva intatto l’aspetto della città rupestre. Assolutamente da vedere nel Sasso Caveoso la chiesa di San Pietro Caveoso (vedi la posizione sulla mappa) risalente al XIII secolo e la famosa “Casa-Grotta”, esempio perfetto dell’antica architettura rupestre della città, ancora arredata con mobilia e arnesi del mondo contadino.

Il palombaro lungo

Sotto Piazza Vittorio Veneto (vedi la posizione sulla mappa), nel cuore di Matera, troverete un enorme cisterna (profonda oltre 15 metri) che un tempo raccoglieva l’acqua da una fonte naturale sita ai piedi del Castello Tramontano (vedi la posizione sulla mappa) per soddisfare la crescente richiesta di acqua della città. Ribattezzata “Palombaro Lungo” si tratta di una vera e opera d’ingegneria da non perdere.

Cattedrale di Matera

Sul punto più alto della città, il colle della Civitas, sorge la Cattedrale di Matera (vedi la posizione sulla mappa): una costruzione risalente al XIII secolo eretta sui resti dell’ antico monastero benedettino di Sant’Eustachio. La facciata dell’edificio in stile romanico presenta un bel portale riccamente decorato sormontato dalla statua della Madonna della Bruna, e un imponente rosone a 16 raggi (simbolo della ruota della vita) sovrastato dall’arcangelo Michele che schiaccia il drago. L’interno, rivisitato in epoca barocca, è a croce latina con tre navate, separate da colonne con capitelli medioevali figurati: da vedere il bellissimo presepe in pietra realizzato dalla famiglia Persio e il “Giudizio Universale”, ciclo di affreschi su Paradiso, Purgatorio e Inferno collocabile tra il 200 e il 300.

Chiese rupestri

Tra le chiese più belle di Matera c’è la chiesa di Santa Maria di Idris, incastonata tra le rocce nella parte alta del Monterrone, che offre una veduta fantastica sui Sassi e la Chiesa di San Giovanni Battista (vedi la posizione sulla mappa), uno dei più importanti esempi di architettura medievale del Sud Italia. Entrando in quest’ultima vi sembrerà di essere in una piccola cattedrale gotica: sarete rapiti dal senso di pace e spiritualità che si percepisce.

Museo Musma

Il Museo della scultura contemporanea di Matera (vedi la posizione sulla mappa), noto come MUSMA, offre una ricca collezione di ceramiche, gioielli, medaglie, sculture, libri d’arte e disegni donati da artisti, collezionisti e gallerie private alla Fondazione Zetema.

Parco della Murgia Materana

Se siete amanti del trekking e delle escursioni in natura, il Parco della Murgia Materana (vedi la posizione sulla mappa) è il luogo ideale per voi: si tratta di uno dei paesaggi rupestri più belli al mondo, con molte chiese antiche, villaggi famosi e il famoso belvedere di Murgia Timone.

Article Tags:
· ·
Article Categories:
Basilicata · Italia · Matera

Lascia un commento